Home / NEWS / “Buonista del ca**o, portali a casa tua gli zingari” il buonista che ha denunciato le ferrovie per l’annuncio contro i rom? Così sui social è stato demolito dai pendolari esasperati

“Buonista del ca**o, portali a casa tua gli zingari” il buonista che ha denunciato le ferrovie per l’annuncio contro i rom? Così sui social è stato demolito dai pendolari esasperati

Moltissimi i commenti negativi, a volte feroci, contro il viaggiatore che ha raccontato del messaggio razzista. Lui risponde così: “E’ la nuova Italia salviniana”

“Ora hai ottenuto la popolarità che volevi. Quando ti rapineranno ricordati il tuo post e ricordati che per colpa del tuo buonismo forse una persona perderà il posto di lavoro”. “Sei ridicolo”. “Radical chic del c…, portali a casa tua i reietti”. Sono per lo più critici, a volte feroci, i commenti al post su Facebook con cui Raffaele Ariano, il passeggero del treno Milano-Cremona, ha denunciato l’annuncio nel quale una voce femminile (poi identificata da Trenord in quella del capotreno) diceva: “Molestatori e zingari scendete dal treno, avete rotto”.

In molti, certo, hanno lodato il coraggio di Ariano, ricercatore dell’università Vita-Salute San Raffaele, e non manca chi lo ringrazia “a nome di tutti gli italiani per bene”. Ma in tanti, invece, hanno scelto di difendere l’annuncio: “Ha fatto bene il capotreno”; Propongo una medaglia per il capotreno”. “Ci manca ora la maglietta a favore degli zingari e dei molestatori sui treni”; “Spero che se è stato un dipendente lo promuovano”. I commenti al post sono migliaia e aumentano di minuto in minuto, assumendo un tono via via più rabbioso. Sono decine, infatti, quelli di chi non solo concorda con l’annuncio, ma si scaglia contro l’autore della denuncia, domandandogli se gli sia mai capitato di segnalare anche episodi di borseggi e molestie e in vari casi augurandogli persino di essere rapinato e molestato.

Annuncio shock sul treno Milano-Cremona, la testimonianza: “Zingari e molestatori avete rotto, scendete”

Consapevole e colpito dalla valanga di critiche, Ariano, intervistato da Radio Capital ha commentato: “Stanno venendo a commentare sulla mia pagina persone che non conosco. Gli autori di questi commenti fanno parte della nuova Italia salviniana e sappiamo bene in che modo si esprime e con quali criteri ragiona. Non sono commenti incoraggianti, proprio per questo vanno denunciati episodi del genere”.

Ma va anche segnalato che per molti l’assegnista di ricerca del San Raffaele è visto da chi ne condivide la denuncia come un rappresentante “dell’Italia civile che resiste”. “Tutta la mia stima – scrive qualcuno – Lascia perdere la feccia gialloverde, la parte buona di questo Paese è dalla tua parte”. E ancora: “Infinita tristezza di fronte a certi commenti. Grazie, Raffaele, per aver preso posizione!”. O ancora: “Hai fatto bene e hai tutto il mio sostegno”. E, infine: ” La capotreno è giustamente da licenziare. Certi commenti, se proprio vuole, li fa a casa sua e non nell’esercizio delle sue funzioni. E grazie, Raffaele. Voci come la sua sono importanti. Civiltà non l’è (ancora) morta”.

loading...

Check Also

CARO SCIACALLO, TI RICORDI QUANDO… Orfini sempre più spudorato? Il leghista lo disintegra così

Sul crollo del ponte Morandi il Pd grida alle fake news contro la Lega e la risposta dal Carroccio è secca, quasi brutale. Matteo …

Un commento

  1. Vivi un dissidio interno per il cognome che ti porti dietro e per questo ti fai portavoce di battaglie ai mulini a vento.Certo il capotreno ha sbagliato ma la realtà quotidiana con la quale si confronta può essere una valida spiegazione all’esasperazione.All’estero non succede perché il contorno italiano di permissivismo non è ammissibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *