Home / NEWS / “Non è solo il suo gorilla, ma qualcosa di più…” Macron e quelle voci sul rapporto con il delinquente marocchino che ha promosso a capo della sua sicurezza

“Non è solo il suo gorilla, ma qualcosa di più…” Macron e quelle voci sul rapporto con il delinquente marocchino che ha promosso a capo della sua sicurezza

di Anna Pedri per Il primato nazionale

Parigi, 23 lug – Un altro scandalo sta scuotendo la Francia di Emmanuel Macron, e riguarda il suo bodyguard, quello che picchiava i manifestanti travestito da poliziotto. I sospetti aumentano e si vocifera che Alexandre Benalla, l’irruento guardaspalle, sia l’amante di Macron, la cui presunta omosessualità ha tenuto banco nella campagna elettorale per la corsa all’Eliseo.

La procura francese ha ufficialmente aperto un’inchiesta su Benalla. Due i capi d’accusa: “violenze durante una manifestazione” e “ingerenza nell’esercizio della funzione pubblica“. E Macron, il cui gradimento ai francesi sta precipitando sempre più nell’abisso, è stato costretto a licenziare Benalla. Anche se l’ha fatto dopo tre giorni di polemiche.  Quello che sta scuotendo i francesi non è tanto la storia di violenza, quanto le protezioni di cui il fedelissimo del presidente gode, che arrivano direttamente dall’Eliseo. Tanto che la stampa francese parla di un affaire Benalla, che viene definito collaboratore di Macron tra virgolette.

Il bodyguard è personaggio noto al ministero degli interni francese per via della sua irruenza. In passato aveva già ricevuto 15 giorni di sospensione dal ministro Gerard Collomb, poi è tornato in servizio con uno stipendio da 10mila euro al mese. Prima ancora, ai tempi dell’ex ministro Montebourg venne cacciato per aver causato un incidente d’auto e, nel 2015, era stato denunciato da una sua parente. L’accusa è sempre stata la stessa: violenza.

A questo punto, con tutte quelle che ha combinato, rischia tre anni di carcere. Ma per Benalla questo non sembra essere un problema, ci penserà Macron a tirarlo fuori dal pantano, come ha sempre fatto. Per il momento l’Eliseo gli ha messo a disposizione un appartamento nel quartiere più chic di Parigi. E lui ha fatto saltare le nozze che erano in programma per sabato scorso. Macron e signora, però, non figuravano tra gli invitati.

Inoltre c’è un altro, inquietante, particolare si sta diffondendo sulla stampa d’Oltralpe. E cioè che Alexandre Benalla è un agente dei servizi segreti del Marocco.


Alexandre Benalla è l’aitante guardia del corpo personale, di cui Macron ha cercato in tutti i modi di non separarsi, anche dopo che un video mostrava il focoso guardaspalle (che Macron ha fatto assumere dallo Stato  a 10 mila euro mensili), mentre , mascherato da poliziotto, pestava uno studente alla manifestazione del  Primo Maggio.

Oltretutto, il governo  algerino (via il quotidiano ufficioso Algerie Patriotique) ha rivelato che Benalla il favorito, è un agente del DGDE, i servizi segreti del Marocco – la monarchia preferita dall’Occidente era riuscita ad infiltrare un suo uomo ai più alti, intimi livelli del potere francese.

Crollo della figura di Macron nei sondaggi, opposizioni in rivolta. Battute feroci su FAcebook: “Dunque Brigitte non è la Première Dame, ma solo la seconda?”. Sarà interessante vedere come faranno Attali e la Banque Rotschild a mantenere al potere la grottesca coppia pedo-porno che hanno insediato alla Presidenza.

loading...

Check Also

SARA’ PARAGONE A FAR CADERE IL GOVERNO TRUFFA! Zitto zitto li sta convincendo uno per uno: così sta lavorando dietro le quinte

Gianluigi Paragone, il ritorno: Mes, guida la fronda M5s per far cadere il governo Conte-bis. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *