Home / NEWS / Open Arms, vergogna senza fine: così prendono per i fondelli Salvini mentre scappano per evitare che vengano svelate le balle del naufragio raccontate al mondo intero

Open Arms, vergogna senza fine: così prendono per i fondelli Salvini mentre scappano per evitare che vengano svelate le balle del naufragio raccontate al mondo intero

E adesso la Ong sfida Salvini: “Gli manderemo una cartolina”

L’Ong mette nel mirino il ministro dell’Interno: “L’Italia non è un porto sicuro, nè per noi, nè per le persone che salviamo e che tu vuoi rimandare in Libia”

Faccia a faccia. Ong contro Matteo Salvini. Non è la prima volta che Proactiva Open Arms mette nel mirino l’Italia e, ovviamente, il suo ministro dell’Interno.

Ma mai come in queste ore, forse, lo scontro era arrivato a tanto.

Tutto inizia con l’accusa che la Organizzazione spagnola ha rivolto al Belpaese nella giornata di ieri, definendo la marina libica “assassini arruolati dall’Italia”. Lo scontro è proseguito oggi quando Proactiva ha deciso di far rotta verso la Spagna, rifiutando la proposta italiana di sbarcare a Catania. Il motivo? Secondo il direttore delle operazioni di bordo della Open Arms, Riccardo Gatti, il Belpaese non è più un “porto sicuro” e questo perché “siamo anche preoccupati per la donna da noi salvata per la sua tutela e la piena libertà nel rendere una testimonianza in sicurezza perché Salvini ha dichiarato che tutto ciò che abbiamo detto è una fake news. Questo ci fa pensare che non sia sicuro attraccare in Italia“. Insomma: il leghista è al potere, quindi l’Italia non è un buon luogo in cui approdare.

Nel pomeriggio è arrivata, diretta, la replica del capo del Viminale. Che con un tweet ha rilanciato la notizia del viaggio verso Madrid (il porto di sbarco non è ancora stato comunicato) della Open Arms, chiedendosi se abbiano deciso di farlo perché hanno “qualcosa da nascondere”. E così l’Ong, su twitter, non ha esitato a sfidare il ministro dell’Interno: “Andiamo in Spagna perché l’Italia non è un porto sicuro, nè per noi, nè per le persone che salviamo e che tu vuoi rimandare in Libia. Ti manderemo una cartolina“. Lo scontro sembra essere solo all’inizio.

loading...

Check Also

CARO SCIACALLO, TI RICORDI QUANDO… Orfini sempre più spudorato? Il leghista lo disintegra così

Sul crollo del ponte Morandi il Pd grida alle fake news contro la Lega e la risposta dal Carroccio è secca, quasi brutale. Matteo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *