Home / NEWS / Le farneticazioni di Paolo Virzì, lanciate dall’attico ai Parioli: “Ho voglia di essere invaso da tutti questi africani forti, giovani, temerari”

Le farneticazioni di Paolo Virzì, lanciate dall’attico ai Parioli: “Ho voglia di essere invaso da tutti questi africani forti, giovani, temerari”

Estratto dall’articolo di David Allegranti per www.ilfoglio.it

Dice Paolo Virzì, regista, livornese con residenza a Roma, quindi “in esilio” come un altro livornese Simone Lenzi, di cui peraltro è amico (solo che uno sta nella Capitale l’altro, fedifrago, nel Pisano), insomma dice Paolo Virzì che aveva ragione lui. I suoi amici “de sinistra” lo sfottevano quando li metteva in guardia sui Cinque stelle: “Mi davano della Cassandra – spiega al Foglio – quando io dicevo ‘guardate che questi sono fascisti’. Oh, purtroppo ho avuto ragione: sono fascisti per davvero! Mobilitare le persone utilizzando l’odio, il disprezzo, sulla base di un mantra motivazionale – ‘non è stata colpa tua ma degli altri’ – come nei rehab per gli alcolisti anonimi. Funziona su quelle persone che si sentono tagliate fuori, escluse, fragili.

Ed è sostanzialmente una tecnica parafascista, era chiaro fin da subito. Il disprezzo per la cultura e per gli artisti sono un classico della predicazione fascista e nazista goebbelsiana. E a Grillo, che è un comico – anche se non mi fa ridere dal 1982 – ogni tanto scappa di bocca quella mezza verità propria dei giullari: ‘siamo dei nazisti light’, disse lui ridendo.

Quelle tecniche di mobilitazione del consenso sono tipicamente naziste, goebbelsiane. E’ bastato sostituire gli ebrei con i negri e gli intellettuali ‘della casta’. Questa narrazione potentissima funziona, ma sono stati poco accorti ad allearsi con qualcuno più spregiudicato di loro, che va a toccare le corde del fascismo antropologico, razzista, maschilista, quello intimo e naturale degli italiani”.

Ben rappresentato, dice Virzì, dalla “miseria umana di Alessandro Di Battista, il peggior scrittore del mondo. A Hollywood danno non solo gli Oscar per i film più belli ma anche i Razzie Award per quelli più brutti. Ecco, se ne esistesse uno per la scrittura lo vincerebbe Di Battista, con la sua prosa a metà fra la retorica adolescenziale e il narcisismo patologico e mitomane, senza un briciolo di controllo, senza l’ombra di ironia, di consapevolezza del tono: il vuoto totale. Il video dove con la fidanzata annuncia la restituzione della liquidazione è un capolavoro di melensaggine fasulla, fa ridere ma mette anche i brividi per il cattivo gusto.

Ecco per esempio questo signore dice che antifascismo e fascismo sono cose del passato; chi ha invece un briciolo di confidenza con la storia del nostro paese sa che il fascismo è la condizione naturale del nostro paese, ‘una malattia morale’, diceva Croce, ‘l’autobiografia di una nazione’, aggiungeva Gobetti. L’antifascismo è stato l’antidoto praticato da una minoranza virtuosa, grazie alla quale abbiamo aspirato a una possibile guarigione. I partigiani erano qualche migliaio di persone e hanno culturalmente vinto, ma non è mai stata una conquista consolidata, non siamo diventati tutti antifascisti di colpo.

E’ stata l’aspirazione di essere migliori di quella cosa ridicola e tremenda che eravamo stati e che siamo. La nostra natura è fondamentalmente fascista e chi lavora con gli umori della rete lo sa bene. I dententori del sentiment della rete e chi usa le tecnologie per fare propaganda tengono bene a mente questa cosa. Roberto Saviano scrive un tweet e la gente gli risponde che deve morire o che gli devono togliere la scorta. Riflessi del nostro squadrismo naturale, direi organico e biologico”.

Ma tutto, ripete sempre Virzì, era chiaro fin dall’inizio. “Non c’era bisogno di Salvini che governa i traffici migratori con i tweet per accertare una cosa che era chiara fin da subito: si tratta di fascismo. E’ stato il fascismo a indebolire i corpi intermedi e a prendersela con le fasce deboli del paese. E’ stato il fascismo a mobilitare la rabbia delle persone. E’ la nostra storia. Poi, certo, ci sono elementi di cretinismo naturale. Si è avverata la profezia di Fruttero e Lucentini. La prevalenza del cretino. La rivolta del cretino che perfettamente si sposa con la mediocrità italiana.

Molti elettori del M5s sono persone che si sono sentite escluse e frustrate, scatenano la loro rabbia quando scrollano la loro timeline. Sono personcine, impiegatucci, baby pensionati, falsi invalidi che non vedono l’ora di non sentirsi più in soggezione verso nessuno. Che sia Saviano o Sergio Mattarella. Ho tanti amici di sinistra che hanno votato per i Cinque stelle. Mi rivolgo a loro: abbiate il coraggio di dire che avevate voglia di fascismo; è rincuorante e galvanizza. Ha pure gli inni, le marce, le canzoncine”.

In Italia, dice Virzì, “è stato creato un racconto deformato della realtà, al quale hanno contribuito in tantissimi. Dai costituzionalisti per il No del 4 dicembre agli autorevoli commentatori del Corriere della Sera. Hanno dipinto l’Italia come una fogna. E’ stata la madre di tutte le fake news, e cioè che bastasse chiunque pur di sostituire questi ‘criminali’ e questi ‘mafiosi’ che stavano governando l’Italia. I primi risultati sono arrivati nelle realtà locali, dove sono state indebolite le istituzioni e dove hanno fatto fare un passo indietro drammatico alla cosa pubblica.

Su internet gira questo video beffardo. All’inizio si vede Virginia Raggi che nel 2013 va in un parchettino vicino casa sua ed esibisce tre pezzettini di vetro e una cornice di legno, mostrandoli con dovizia di particolari. Sul finale del video si vede com’è oggi il parco, cioè una discarica, una giungla impenetrabile con sorci e vipere. Nel mio quartiere, all’Aventino, ormai la raccolta dell’immondizia la fanno i benestanti che mandano i loro camerieri a portarla via.

Dove governano i Cinque stelle il servizio pubblico è insomma venuto meno. A Livorno uguale: la gente va a curarsi a Pisa. Il risultato è che sparisce il welfare, che è l’unica cosa di sinistra in questi tempi difficili. Lo stato sociale. I servizi, la scuola. Gli aiuti per gli svantaggiati. I Cinque stelle con la loro retorica gentista hanno fatto arretrare le istituzioni e il risultato è che i più poveri e i disagiati, come dicono a Livorno, ‘la pigliano ner culo’”.

Quello del M5s, dice Virzì, è “un progetto di presa del potere che ha garantito a tantissimi ragazzi un’occupazione che non avevano. Il M5s è anche una straordinaria agenzia di collocamento. Ho sentito con le mie orecchie mamme apprensive per il futuro dei loro figli zucconi a scuola, suggerire: ‘Ma perché non ti candidi con i 5 stelle? Tanto i rimborsi mica devi restituirli tutti…’. Ecco, in un paese in cui l’ascensore è bloccato questa prospettiva può essere appetitosa. Quanti sono tra consiglieri comunali, regionali e parlamentari? I Cinque stelle hanno realizzato una specie di miracolo italiano.

(…). L’ho visto in piccolo a Livorno: tutti quelli che andavano male a scuola improvvisamente oggi hanno delle cariche pubbliche. Il M5s è questo: è la rivincita di quelli che andavano male a scuola”.

(…) A livello nazionale invece, siccome sono delle pippe, si fanno mangiare da una volpe arruffona di categoria B qual è Salvini. Non c’è da temere il Terzo Reich solo perché non hanno il talento per poterlo mettere in campo. Gli manca Hitler, hanno solo mediocri arrampicatori. Quindi, dico ai miei amici e compagni che per delusione hanno votato 5 stelle: svegliatevi. Prendetevi le vostre responsabilità. Non è sempre colpa degli altri, spesso è colpa nostra.

(…)

LUIGI DI MAIO E VIRGINIA RAGGILUIGI DI MAIO E VIRGINIA RAGGI

Di fronte a questi sentimenti meschini e trogloditi, avrei voglia di essere invaso da tutti questi africani forti, giovani, temerari. Solo che purtroppo l’invasione non c’è, contrariamente a quel che dice Salvini, perché abbiamo allontanato i problemi in modo in fondo molto pragmatico e cinico, accordandoci con malviventi libici. Ma continuo a sperare in una futura invasione. Siamo diventati un popolo brutto, triste, meschino, ignorante, con un crollo demografico totale, destinato quindi a estinguersi; non resta che sperare nell’energia di questi popoli che col loro dolore e la loro forza possono solo migliorarci”.

loading...

Check Also

L’onorevole comunista ospite della nave pirata? Cosa si inventa dopo che è stata smascherata la balla del mancato soccorso

Palazzotto smentisce la giornalista tedesca: “Tentativo di depistaggio” Il deputato Leu, che era a bordo …

10 commenti

  1. facciademmerda hai ragione, guarda che maiale che sei andresti epurato tu e tutti i cessi come te

  2. Mah il commento, se vero, è assurdo, farneticante è vomitevole, come va di moda in questi giorni. Ma poi, Virzì chi? Ma chi è costui? Per caso il solito bimbo-minckia?

  3. Sono allibita, è la solita distorsione e manipolazione della realtà da parte dell’ INTELLIGENTIA” di sinistra. La presunzione smisurata di essere i detentori della verità e i depositari del verbo divino. Il disprezzo meschino per chi esprime opinioni diverse dal pensiero unico. Quando parlano è una noia , i loro discorsi sembrano fatti con il ciclostile. Disprezzano le persone del popolo tacciandole di ignoranza, di faciloneria e di incapacità cognitive. Ormai sono loro la casta, dall’alto della loro ricchezza e del loro benessere sono completamente scollegati dalla realtà oggettiva..Il popolo è molto più intelligente di quanto pensino , oltretutto volutamente ignorano le condizioni di disagio e di estrema povertà in cui versa ormai gran parte delle persone. Ma cosa hanno al posto del cuore…una pietra? Non hanno un briciolo di umanità verso i loro compaesani? È singolare che siano così umanitari verso gli extracomunitari… siete solo dei falsi e degli ipocriti. “SEPOLCRI IMBIANCATI” L’ignoranza aumenta ? Ma se siete voi che avete affossato l’istruzione con la compiacenza ed il 6 politico. Dite che quelli che andavano male a scuola sono entrati nel M5S perché incapaci di fare altro, ma vi siete mai chiesti quali fossero i talenti di quei ragazzi appiattiti da un sistema scolastico obsoleto, noioso, meccanicistico e spesso gestito da persone laureate, ma non appassionate alla loro materia e al loro lavoro di docenti. Esseri frustrati che riversano la loro inconsistenza psicologica sui ragazzi.Io sono una docente in pensione, con 2 lauree e molteplici specializzazioni e ideologicamente sono di sinistra ma ho votato M5S e non torno indietro caro Virzì , perché la sinistra non ha più degni rappresentanti. Inoltre ho grande fiducia nei giovani, nella loro capacità di reinventarsi e di fare ottime cose anche senza un titolo di studio. Il valore di una persona è nella sua essenza, nel suo modo di agire con giustizia ed onestà, nell’avere umiltà e compassione per chiunque senza discriminazioni. Voi siete discriminanti. E per inciso hanno più cuore Di Maio è Salvino di tutti voi messi insieme. IPOCRITI !!!!

    • Non no nulla da agiungere,
      Signora Gabriella , hai colto qint-esenza del ignoranza.di Virzì e ingiusta “classifica” dei Italiani . Io ho lasciato Italia nel 2004 temendo questi tempi a cui assisto con tristezza dal USA.
      Spero tanto che Popolo italiano “tiene duro” in questi incresciosi tempi e riprende alla grande la sua fierezza e bontà di cuore per anche stranieri con dovuto rispetto della Casa che gli accoglie.
      Con rispetto Lidia Orzechowska /Mcqueen

    • Lei mi ha commosso Signora Gabriella. Mai pensato di votare 5 Stelle…ma ho una figliola universitaria di ottimo rendimento dopo un ottimo Liceo Classico..e con lei una compagnia di giovani altrettanto bravi ed impegnati che credono in quello che fanno per quanto avviliti e ad anche nei 5Stelle…e io gli do una mano! Da vecchio , liberal gobettiano.,61 anni ma ancora iperattivo nel lavoro,mi ribolle vedere questi stravolgimenti della realtà!

    • Brava prof!!!!! Sei riuscita ad esprimere quello che tanti noi “ignoranti” pensiamo nel profondo ma non riusciamo a mettere sul foglio!!!!….la prosopopea dell ‘ intellighenzia sta tentando inutilmente di influenzare il pensiero dei poveri lavoratori….ma con l’onesta’ intellettuale questi giovani, almeno per ora, stanno conquistando le masse !!!!…. questa è la rivoluzione giusta per cambiare un sistema che ormai si era incancrenito con la disonestà, i nepotismi e le raccondazioni!!! W gli onesti anche se ignoranti!!!!!

  4. Non no nulla da agiungere,
    Signora Gabriella , hai colto qint-esenza del ignoranza.di Virzì e ingiusta “classifica” dei Italiani . Io ho lasciato Italia nel 2004 temendo questi tempi a cui assisto con tristezza dal USA.
    Spero tanto che Popolo italiano “tiene duro” in questi incresciosi tempi e riprende alla grande la sua fierezza e bontà di cuore per anche stranieri con dovuto rispetto della Casa che gli accoglie.
    Con rispetto Lidia Orzechowska /Mcqueen

  5. Anni fa seguivo il Blog di Grillo: potevi dire tutto e però, spesso, venivi tacciato in malo modo. Se non ti allineavi. Ho lasciato, anche soltanto la pura lettura e, adesso, non so nemmeno più come si fa a trovare la pagina. detto questo, ho sempre avuto delle riserve sui 5S: proprio perché pescavano nella sinistra più estrema, rancorosa e truffaldina. Ma, come sempre, il tempo è giudice (oltre tante altre cose). E’ arrivato il momento ( non so quanto voluto_ la volta scorsa GRILLO volutamente a Roma fece un discorso cazzone per perdere VOLUTAMENTE, migliaia di voti e non andare a governare perché troppo presto), quest’anno, della resa dei conti: Salvini ha fatto l’unica mossa possibile, Di Maio l’unica mossa possibile: entrambi hanno 5 anni davanti per sciacquarsi di ogni tossina estrema e rivitalizzare i partiti con linfa nuova e diversa. Sarà dura: Livorno con l’amministrazione stramba, inetta ed estremista che si ritrova, sarà, ad esempio, espulsa dal corpo 5S, come il corpo umano espelle il catarro o le feci. Di contralto, alle foci del Po, saranno sempre meno numerosi i DA GIUSSANO e le ampolle rimarranno tutte dentro gli scaffali. Per quanto riguarda VIRZI’, OVO SODO della misera intellighenzia Italiana, può dire tutto quello che vuole. resta inteso che, l’Italia, è questa. Non è razzista: ma gli italiani vogliono , alla fine, essere considerati. La sinistra ( sta cazzo di sinistra che se non viene votata è perché il popolino è meno che una zolla di terra) ha esclusiva sua, tutte le colpe possibili del dopoguerra: l’Italia ha perso la guerra. La resistenza non è stata un fenomeno nazionale, ma limitato al Nord e solo in diversi settori. E’ inutile portare avanti la storia della resistenza e che tutti dobbiamo cantare bella ciao. La canta chi vuole. ma chi non la canta, spesso è perché , più che un inno alla libertà, è sempre stato passato come un inno di una parte.
    Tutto, ciò, in conclusione, per appellarmi a chi , dei miseri intellettualoidi nostrani che campano esclusivamente di SOLDI PUBBLICI, non ha ancora detto qualche cazzata. Non fatelo: già è così difficile andare al cinema e scegliere qualcosa di ITALIANO e DECENTE: non mettetevici anche voi, pseudo artisti, come ostacolo anche a questa scelta.

  6. Boicottimmobili i suoi film andrammatico x stracci e nn sentiremo piun parlare di lui ance se onestamente chi cazzo lo conosce….boicotta Virzì chelp li proietti in Africa i suoi demenziali film…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *