Home / GOSSIP / “Fabrizio va curato. Subito! Ho paura per lui”. Le parole choc di Lele Mora: “Io so cosa gli è successo in carcere”. Poi il suo appello: “Gli stiano vicino…”

“Fabrizio va curato. Subito! Ho paura per lui”. Le parole choc di Lele Mora: “Io so cosa gli è successo in carcere”. Poi il suo appello: “Gli stiano vicino…”

Non c’è speranza per Fabrizio Corona, il giudice ha deciso di non farlo uscire dal carcere neanche in prossimità delle feste natalizie, quindi, tranne colpi di scena clamorosi, l’ex re dei paparazzi passerà un altro Natale in carcere. Insomma, la sua preghiera di poter uscire almeno per le feste, in un appello accorato davanti al giudice, come prevedibile, è caduta nel vuoto. Una notizia che ha colpito anche l’amico di sempre, Lele Mora, intervenuto al microfono di Radio Cusano Campus: “Mi dispiace molto per Fabrizio, non è un ragazzo cattivo. È un ragazzo malato. Va curato. Non dovrebbero lasciarlo chiuso in carcere, starà sempre peggio, rischierà delle cose, spero che la mente tenga e non faccia strani effetti. Se ho paura che tenti di uccidersi? So che gli sono successe delle cose, il carcere è molto piccolo, certe cose si vengono a sapere. Non merita un trattamento così pesante. Gli diano la possibilità di curarsi. Secondo me è in pericolo, lo dico in base a quello che mi viene raccontato da amiche comuni. Io non lo vedo dal 2009, per scelta mia. Non mi andava di frequentarlo quando eravamo fuori tutti e due, non ho voluto vederlo, né incontrarlo, ma lancio un appello alla magistratura, al magistrato di sorveglianza che ce l’ha in custodia. Gli stiano vicino, gli diano un buono psichiatra, lo facciano curare. Lui non è un ragazzo cattivo, è solo malato di soldi. Non esiste altro nella vita per lui che guadagnare soldi”.

A manifestare preoccupazione per Corona c’è anche Gabriele Parpiglia, amico storico dell’ex paparazzo, che in un accorato post prima della decisione del giudice scriveva: “Domani io sarò lì sperando che le ‘novità importanti’ o meglio che l’accanimento, possa dare vita a un addolcimento. La vedo dura, sento che per Fabrizio ci sarà un altro #natale dietro le sbarre, lontano dai suoi affetti. Ma forse voglio solo illudermi e spero che succeda il contrario. Se però conosco un minimo ‘questa legge’ che ha colpito #fabriziocorona Domani ci sarà l’ennesimo rinvio, l’ennesimo addio. Addio ancora una volta alla vita. Prego per te amico mio”. Poi oggi con una foto che ha commosso tutti, quella dell’abbraccio con Fabrizio: “C’è stato un rinvio (9 gennaio). C’è stata la difesa di @fabriziocoronareal ormai diventato un avvocato. C’è un dato di fatto: Fabrizio è vittima di un qualcosa che non riesco ancora oggi a comprendere. Ha discusso, ha dibattuto e lo ha fatto con le prove in mano. PROVE AUTENTICHE CHE ABBATTONO LE ACCUSE”.

“Mi piacerebbe – continua – che gli atti della sua vicenda (ricordo che è in galera con un assoluzione e un procedimento per evasione fiscale pur avendo pagato 13 milioni di euro- allucinante – incredibile) fossero resi pubblici. Il messaggio che deve passare è reale. Non una salvezza solo perché è Corona. Ma una verifica o meglio una certificazione sulle parole: verità, vittima, inasprimento di pena e infine l’uomo che non conta più nulla se la Legge decide di fotografare e STOPPARE la vita, rendendo il tutto come un fermo immagini immobile dentro una galera. 🤞 nonostante questo ho sensazioni positive ed è per la prima volta. ❤ Mi tengo l’abbraccio fortissimo. Un regalo di Natale che mancava da tempo”.

loading...

Check Also

“Non ti sembra di esagerare?”. Barbara D’Urso, così si presenta a 61 anni? I fan sbroccano e la demoliscono di insulti

Estate di relax per Barbara D’Urso che non dimentica anche in vacanza i suoi fan. Dal suo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *