Home / NEWS / Mattarella, così ha provato a prendere per i fondelli gli italiani anche a fine anno

Mattarella, così ha provato a prendere per i fondelli gli italiani anche a fine anno

Il presidente della Repubblica ha parlato dei giovani, dei diritti, ha lanciato un appello ai partiti, ha parlato del clima, ha citato papa Francesco per poi affrontare temi sociali come il lavoro, ricordando le vittime del terremoto, della tragedia di Rigopiano, e dell’attentato terroristico di Barcellona

ROMA – Sergio Mattarella apre il suo discorso ricordando che la sovranità della democrazia si esprime nelle libere elezioni. Il capo dello Stato in un discorso asciutto durato dieci minuti sottolinea il fatto che andremo a votare con una nuova legge elettorale approvata dal Parlamento omogenea tra le due Camere. Le elezioni, ha detto, aprono una pagina bianca, a scriverla saranno gli elettori e poi i partiti e il parlamento. “L’orizzonte del futuro costituisce il vero oggetto dell’imminente confronto elettorale”.

Mattarella ha toccato vari temi, dai giovani ai diritti, ha lanciato un appello ai partiti, ha parlato del clima, ha citato papa Francesco per poi affrontare temi sociali come il lavoro, ricordando le vittime del terromoto, della tragedia di Rigopiano, e dell’attentato di Barcellona.

“Mi auguro – ha aggiunto – molta partecipazione al voto. Ho fiducia nella partecipazione dei giovani nati nel ’99 che voteranno per la prima volta. Ricordo che in altri tempi a 18 anni andavano in guerra, oggi i diciottenni vanno a votare”.

Si è parlato di un Paese in preda al risentimento ma io conosco un Paese diverso, solidale. I problemi che abbiamo davanti sono superabili facendo ognuno la propria parte, tutti soprattutto chi riveste un ruolo istituzionale e deve avvertire la responsabilità nei confronti della Repubblica.

loading...

Check Also

“VOGLIONO PIU’ IMMIGRATI PER AVERE PIU’ VOTI!” Al leader europeo scappa di dire la verità! Così smaschera il piano di Conte e Zingaretti

Perché la sinistra vuole gli immigrati? Semplice: “Sono futuri elettori, sono perone che importano e a cui dare la cittadinanza …

3 commenti

  1. dai tempi del grande Pertini che non ascolto più i ciarlatani basta dire che andava a piedi dal quirinale alla sua abitazione a fontana di trevi e tutto dire uomini con la schiena dritta

  2. Bartolomeo Furino

    MERDA! MERDA alla stato cremosa e fumante, come solo un presidente mafioso di mera può partorire!

  3. Verme schifoso, spero in una tua imminente dipartita. VERME.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *