Home / Uncategorized / Stanato Gianfranco Fini! Le vacanze di lusso ai Caraibi, villa, sub, aragoste e champagne… Sapete chi ha pagato?

Stanato Gianfranco Fini! Le vacanze di lusso ai Caraibi, villa, sub, aragoste e champagne… Sapete chi ha pagato?

Questione di giorni e la procura di Roma chiederà il rinvio a giudizio per l’ex presidente della Camera Gianfranco Fini. Qualche settimana fa, infatti, all’ex numero 1 di An è stato notificato l’avviso di chiusura delle indagini. L’accusa è gravissima: riciclaggio internazionale di denaro. L’indagine nei suoi confronti a parte dell’inchiesta che la procura della Capitale sta conducendo sul cosiddetto “re delle slot” Francesco Corallo.

Il quotidiano Il Tempo pubblica oggi una vasta selezione delle carte processuali che riguardano Gianfranco Fini, tra le quali una delle parti più gustose è un pezzo dell’interrogatorio condotto dal procuratore aggiunto Prestipino e dal pm Sargenti con l’ex parlamentare di An Amedeo Laboccetta sulle vacanze di Fini ai Caraibi. “Con riferimento al viaggio di Fini a Saint Maarten, preciso di essere stato contattato da Fini alla fine di luglio 2004. Mi disse che sapeva che frequentavo l’ isola di Sint Maarten e che aveva piacere a fare una vacanza sull’ isola.

 

 

Io chiamai Francesco Corallo che fu ben contento di ospitare Fini e gli altri. Erano 14 persone che prima di giungere sull’ isola avevano fatto una vacanza negli Stati Uniti. Fu Francesco Corallo che si occupò dell’ organizzazione della vacanza ed affittò la villa, per 14 giorni, per tutti. Corallo affittò anche una barca e fece arrivare istruttori dalla California e dalla Francia che accompagnavano Fini e Proietti Cosimi nelle loro immersioni”.

Quella vacanza, continua Laboccetta, “serviva a Fini proprio per creare un rapporto diretto con Francesco Corallo».

loading...

Check Also

L’attrice di ‘Un medico in famiglia’ ha il cancro: “Insultata per aver fatto la chemio”

Da quando ha scoperto di avere il cancro, l’attrice documenta sui social le fasi delle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *