Home / NEWS / BOLDRINI UMILIA LE DUE DIPENDENTI: OCCHIO AL DOCUMENTI, COSA LE COSTRINGE A FARE

BOLDRINI UMILIA LE DUE DIPENDENTI: OCCHIO AL DOCUMENTI, COSA LE COSTRINGE A FARE

Com’è umana Laura Boldrini, direbbe il ragionier Ugo Fantozzi. Come il mega direttore galattico della serie cult, infatti, il presidente della Camera ha deciso di imporre norme rigide ai suoi “dipendenti”. O accetteranno di farsi chiamare “segretarie” o le funzionarie di Montecitorio – rivela oggi Il Giornale – rischieranno di restare fuori dalla Camera risultando, pertanto, assenti.

Un ordine di servizio della Boldrini, terza carica dello Stato,  indica “alcuni indirizzi generali per le attività amministrative che prevedono, tra l’ altro, l’ adozione di un linguaggio rispettoso delle differenze di genere in tutti gli atti e i documenti”.

 

 

Dal 4 settembre,  dunque, le dipendenti della Camera dovranno ritirare i nuovi tesserini con la declinazione della loro mansione secondo il genere femminile. In pratica il consigliere donna diventerà “consigliera”, il bibliotecario sarà bibliotecaria, l’ addetto stampa si tramuterà in “addetta”. Il segretario parlamentare dunque finirà con la “a”, nonostante lo scorso dicembre  i sindacati interni della Camera scrissero una nota che sottolineava come «il rispetto della parità di genere non può comportare l’ imposizione della declinazione al femminile della professionalità, in presenza di una diversa volontà della lavoratrice». Insomma, le segretarie parlamentari si erano battute perché la loro qualifica fosse indicata con il genere maschile per non essere discriminate. Ma la Boldrini è stata inflessibile.

ISCRIVITI ALLA NUOVA PAGINA FACEBOOK (CLICCA QUI) 

loading...

Check Also

FERMI TUTTI, RENZI VA DAVVERO VIA DAL PD! E’ Vespa a sparare il clamoroso retroscena

“Me ne vado dal Pd”, la frase di Matteo Renzi che i dem non vorrebbero sentire dovrebbe …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *