Home / BENESSERE / UCCIDE 500 BAMBINI L’ANNO: COME EVITARE IL RISCHIO MORTALE? POCHI SEMPLICI CONSIGLI

UCCIDE 500 BAMBINI L’ANNO: COME EVITARE IL RISCHIO MORTALE? POCHI SEMPLICI CONSIGLI

Ogni anno circa 500 bambini muoiono soffocati: ecco una serie di consigli utili per prevenire incidenti del genere.

È l’Agi a stilare una sorta di vademecum per aiutare a prevenire il soffocamento da corpi estranei, che ogni anno causa la morte di circa 500 bambini. I consigli sono del progetto Susy Safe, un registro di controllo per le lesioni causate da ingestione, aspirazione, inalazione o inserimento di corpi estranei, che si avvale della collaborazione di medici ospedalieri, otorinolaringoiatri, pneumologi e medici generici.

Vale la pena di sottolineare che le stime non tengono conto dei cosiddetti “quasi eventi”, ovvero degli episodi di minore gravità che si risolvono fortunatamente senza l’intervento dei sanitari. Il problema è che, come mostrano i dati “quasi la metà degli incidenti da corpo estraneo si è verificata sotto la supervisione dell’adulto”, dunque appare necessaria una maggiore consapevolezza al fine di tutelare i bambini.

L’elemento più utile resta quello di riconoscere gli alimenti pericolosi. Come riporta Agi, infatti:

Gli alimenti piccoli (noccioline e semi) rischiano di finire nelle vie respiratorie prima che il bambino riesca a morderli
Gli alimenti troppo grandi (grossi pezzi di frutta e verdura cruda) sono difficili da gestire durante la masticazione
Gli alimenti tondi (ciliegie e uva) e quelli cilindrici (wurstel e carote) sono pericolosi poiché, se aspirati, possono bloccarsi nell’ipofaringe ostruendo completamente il passaggio dell’aria
Gli alimenti duri sono difficili da masticare per la fisiologica mancanza di denti del bambino
Gli alimenti appiccicosi (burro d’arachidi) risultano difficili da rimuovere se rimangono bloccati nelle vie aeree. Gli alimenti fibrosi (sedano)
Gli alimenti comprimibili (es. wurstel e marshmallow) possono scivolare nelle vie aeree prima che il bambino riesca a morderli e adattarsi alla forma dell’ipofaringe (grazie alla loro consistenza), ostruendo il passaggio dell’aria.
Del resto, le statistiche mostrano che la maggior parte degli incidenti si verifica con “ossicini di pollo e lische di pesce”, nonché con noccioline o semi. I consigli, al fine di prevenire eventuali incidenti, dunque:

Tagliare gli alimenti cilindrici a listarelle, quelli tondi in quarti
Eliminare nervature e filamenti, cuocere i cibi fino a quando diventano morbidi
Tagliare in pezzi piccoli o tritare/grattugiare gli alimenti pericolosi
Frutta a guscio e semi caramelle e gomme da masticare sono sconsigliati per i bambini fino ai 4 anni di età.

 

ISCRIVITI ALLA NUOVA PAGINA FACEBOOK (CLICCA QUI) 

loading...

Check Also

Attenzione: non toccatela per nessuna ragione! Gli esperti lanciano l’allarme: si sta diffondendo anche in Italia. Le regioni più colpite e, soprattutto, come evitarla

Una pianta velenosa molto diffusa in Italia può causare grave ustioni e portare anche alla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *