Home / NEWS / LE TUE OFFERTE ALLA CROCE ROSSA? SPAZZOLATE DA QUESTO TIZIO PER FARE BELLA VITA CON TUTTA LA FAMIGLIA

LE TUE OFFERTE ALLA CROCE ROSSA? SPAZZOLATE DA QUESTO TIZIO PER FARE BELLA VITA CON TUTTA LA FAMIGLIA

E’ ACCADUTO NELLA SEZIONE DI UNA PICCOLA CITTA’ DELLA CINTURA TORINESE. NON E’ LA PRIMA VOLTA CHE ACCADE. ECCO DOVE FINISCONO I SOLDI DELLE DONAZIONI DEGLI ITALIANI:

di Carlotta Ricci per  Repubblica.it

Piossasco, parla l’ex presidente sotto accusa: “Ho preso soldi della Croce Rossa per il benessere della famiglia”

Secondo la Finanza si è intascato 400mila euro lui ne ammette meno della metà: “Ma volevo restituire tutto, non ho fatto in tempo”

L’accusa è di aver sottratto 400 mila euro alla Croce Rossa di Piossasco. Pierpaolo Cagnasso, ex presidente del comitato locale ne ammette meno della metà, circa 120 mila. “È la cifra che mi è stata contestata all’inizio. Su tutto il resto occorre fare delle verifiche”, dice ora assistito dal suo legale Giuseppe Portigliotti. Il nucleo di polizia tributaria della Finanza ha passato al setaccio i conti tra il 2010 e il 2016. Nei guai è finita anche la sua segretaria, incaricata di gestire i conti del comitato locale. Le indagini erano partite da una verifica del revisore dei conti. L’accusa per Cagnasso è di peculato e appropriazione indebita.

A proposito di quei 120mila euro che lei ammette di aver preso dai conti della Croce Rossa, perché lo ha fatto?
“È stata una leggerezza terribile. L’ho fatto per il benessere della mia famiglia”.

Eravate in difficoltà finanziarie?
“No, la mia azienda non ha problemi e non potrei definire la mia famiglia in difficoltà. Però ho sopravvalutato il mio tenore di vita. Volevo offrire a mia moglie e ai miei tre figli un livello di benessere che non potevo garantire”.

Parliamo di belle vacanze, cellulari…
“Sì ecco, qualcosa del genere. Come ho già detto è stata una leggerezza. L’ho sempre fatto a malincuore e con la precisa intenzione di restituire tutto, ma non ci sono riuscito”.

Non immaginava che sarebbe stato scoperto?
“Pensavo che avrei potuto restituire tutto prima. Non ho mai fatto niente per nascondere quei prelievi. Sono ancora intenzionato a restituire tutto. Ho messo a disposizione i miei conti correnti e i miei beni, anche la mia casa”.

Come sta vivendo questa situazione?
“Malissimo. Sono consapevole che le accuse sono gravi. Mi dispiace per la mia famiglia che non sapeva nulla e che si è ritrovata con questa tegola pesante e mi dispiace per l’associazione a cui ho sempre tenuto moltissimo e a cui ho dato tanto in questi anni. Sono stato presidente dal 2003 ma sono in Croce Rossa da molti più anni”.

Crede di aver chiuso per sempre con la Croce Rossa?
“Spero di no. Non è stato così in passato, ma non posso dirlo con certezza ora. Ho pensato tante volte di chiedere scusa pubblicamente ma voglio prima restituire quello che ho preso. Vorrei avere una bacchetta magica e restituire tutto subito. Da quando mi sono dimesso non ho più cercato nessuno e in pochi hanno cercato me, ma succede sempre così: delle persone si ricorda con chiarezza il male che hanno fatto ma tutto il bene viene spazzato via”.

Lei parla di 120 mila euro, la Guardia di finanza di 400mila.
“Come ho detto ci sono delle verifiche da fare. Io ho ammesso quei 120mila”.

Non è la prima volta che finisce nei guai nella sua attività in Croce Rossa, anni fa l’avevano accusata di essersi spacciato per dottore.
“Io non sono mai stato incriminato di nulla. Mi chiamavano dottore, ma era per via dei miei studi in medicina mai conclusi”.

 

ISCRIVITI ALLA NUOVA PAGINA FACEBOOK (CLICCA QUI) 

loading...

Check Also

GLI HA DATO DEL COGLIONE! Annunziata, che figuraccia! Così apostrofa Salvini a telecamere spente

Matteo Salvini ha pubblicato sui suoi profili social, il terribile lapsus dietro le quinte di Lucia Annunziata: “Di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *